Rassegna Stampa

25 Novembre 2015

1001 Vini da bere almeno una volta nella vita

Francesca Negri 

Newton Compton Editori 

FORADORI 

Granato

Vigneti delle Dolomiti IGT 

NOME: Granato 

COGNOME: Foradori 

RESIDENZA: Trentino 

Elisabetta Foradori è la regina del Teroldego, vitigno autoctono della Piana Rotaliana trentina. L’azienda Foradori è stata fondata nel 1939 a Mezzolombardo, in provincia di Trento. Elisabetta ne ha preso le redini nel 1984. Spinta da una forte passione e amore per la propria terra, si è imposta sin dagli esordi in cantina con il recupero di un vitigno autoctono della zona, il Teroldego, cercando dei modi per valorizzare quest’uva e renderla in grado di esprimere il territorio e il suo carattere più genuino. Questa missione è andata di pari passo con la ricerca di una viticoltura naturale e ha portato, attraverso la selezione massale, al riconoscimento di 15 diversi biotipi di quest’uva regina del Campo Rotaliano. Il risultato di Elisabetta è stato quello di ottenere un’uva dalle caratteristiche minerali, floreali e speziate. Dal 2002 l’agricoltura è stata convertita totalmente alla biodinamica. Gli ettari vitati sono circa 26. 

ETA’: Affina 15 mesi in botte 

SEGNI PARTICOLARI: il Granato deve il suo nome a un connubio ideale tra due frutti, la vita e il melograno. 

NOTE DEGUSTATIVE: Teroldego in purezza, il colore è rosso rubino. Al naso presenta aromi di frutta rossa e nera, come mora, mirtilli, ciliegie, lamponi e prugne, sambuco nero e ribes. Al palato è corposo, compatto e pieno: i tannini sono morbidi, il gusto rivive ricordi di sottobosco e spezie. 

ABBINAMENTI CON IL CIBO: Arrosti di carne rossa, selvaggina e formaggi speziati. 

TEMPERATURA DI SERVIZIO: 18° C

testo_1.pdfScarica il file
torna alla rassegna <
torna alla rassegna < 1448462300copertina.jpg
ita | eng