Rassegna Stampa

6 Gennaio 2016

Bibenda 2016

Vini d’Italia Grappe e Ristoranti

L’Orchestra Italiana

Fondazione Italiana Sommelier 

 

Quando a solide basi di talento e abnegazione si innesta una filosofia atta a ricercare l’armonia in tutte le fasi produttive, senza strappi, secondo un progetto di sostenibilità e di empatia con tutte le forme di vita, si determinano sempre condizioni idonee all’ottenimento di vini emblematici per fascino e carattere; calici che si fanno bere con quella serenità legata alla consapevolezza di una vitivinicoltura coscienziosa e salubre. Le etichette di quest’anno non hanno fatto eccezione, sfoggiando accuratezza stilistica e un carattere davvero particolare, grazie anche a dinamiche produttive, spesso in controtendenza rispetto ad altri vigneron, che privilegiano l’utilizzo di anfore di terracotta per le fasi di maturazione dei vini. 

Granato 2011 – 5 grappoli

Rubino cupo, dai bordi purpurei. Evoca cassis, more, cioccolata fondente, eucalipto, muschio, grafite e sottili percezioni speziate… 

Sgarzon 2013 – 4 grappoli

Porpora. Sfilata aromatica disegnata da ciliegie e mirtilli, viola, rosa, liquirizia e sottobosco. Alcol bel modulato da freschezza.. 

Morei 2013 – 4 grappoli

Porpora didascalico. Olfatto generoso e ben espresso: confetture di more e mirtilli, pot-pourri, cremino al caffè, liquirizia… 

Foradori 2013 – 4 grappoli

Purpureo. Cassis, frutti di rovo, liquirizia e una soffusa speziatura fra gli aromi. Sorso fresco, con una certa ricchezza di polpa.. 

Nosiola Fontanasanta 2013 – 4 grappoli

Paglierino. Sa di melone invernale, uvaspina, litchi, eucalipto, cipria e bergamotto. Approccio nettamente sapido e agrumato..

 

 

 

 

 

 

torna alla rassegna <
torna alla rassegna < sc25112015_2015112512565000.jpg
ita | eng