Rassegna Stampa

6 Gennaio 2015

Guida dei Vini essenziali d’Italia 2015, Doctor Wine

DanieleCernilli

Il mondo del vino e del Teroldego in particolare devono molto adElisabetta Foradorie se di questo vino si parla nel modo degli appassionati lo si deve in gran parte al lavoro straordinario di questa vignaiola. Negli ultimi dieci anni Elisabetta ha progressivamente riconvertito i suoi vigneti in biodinamica e da qualche vendemmia sta sperimentando l’uso di anfore in vinificazione. I vini sono molto espressivi, non sempre perfetti, ma mai anonimi.

 

Granato 2010 – 93

Da uve teroldego. Vinificato in legno, matura in botti per 15 mesi. Vero vino cult, ha densità, freschezza, un’estrazione tannica perfetta ed un equilibrio impeccabile.

 

Morei 2012 – 87

Da uve teroldego provenienti dal vigneto omonimo. Fermentazione e maturazione in anfora da420 l. per 8 mesi. Frutto nitido, bocca fresca ed elegante dai tannini di buona grana e dal grande equilibrio,

 

Sgarzon 2012 – 87

Da uve teroldego provenienti dal vigneto omonimo. Fermentazione e maturazione in anfore da420 l. per 8 mesi. Molto succoso e fresco, salino e minerale. Giovanissimo, è ancora un po’ semplice.

 

Fontanasanta Manzoni 2012 – 83

Da uve Manzoni bianco. Matura un anno in botti di acacia. Fresco, gradevole e delicatamente buccioso ha una bella tensione e finale disteso. 

cernilli.pdfScarica il file
torna alla rassegna <
torna alla rassegna < 1414221964copertina.jpg
ita | eng