Rassegna Stampa

1 Marzo 2009

I Vini d’Italia 2009 - Le Guide de L’Espresso

Foradori

Elisabetta Foradori è stata negli anni Novanta la principale artefice del rilancio del Teroldego Rotaliano, di cui è anche una delle interpreti più sensibili. Il suo Granato, la selezione più severa e prestigiosa (prodotta solo nelle annate ritenute all’altezza), è diventato infatti nel tempo un delle etichette “cult”della tipologia.

Consueta precisione nel lavoro in cantina e soprattutto nel vigneto, da almeno quattro anni condotto da una rigorosa pratica biodinamica. Un valore sicuro della regione.

Provato e riprovato, il 2006 si conferma un Granato meno brillante di molte annate precedenti, così come appare sottotono il Myrto, un bianco inusualmente rustico per la (meritata) fama della produttrice.

 

Granato 2006, 16/20

Teroldego Rotaliano Foradori 2006, 15.5/20

Myrto 2006, 13.5/20

torna alla rassegna <
torna alla rassegna < punteggi.jpg
i vini ditalia 2009 2.jpg
ita | eng