Rassegna Stampa

10 Gennaio 2011

I Vini d'Italia 2011 - Le Guide de L'Espresso

I Vini d'Italia 2011, Le Guide de L'Espresso

Elisabetta Foradori è stata negli anni Novanta la principale artefice del rilancio del Teroldego Rotaliano, di cui è anche una delle interpreti più sensibili, Il suo Granato, la selezione più severa e prestigiosa (prodotta solo nelle annate ritenute all'altezza), è diventato infatti nel tempo una delle etichette "cult" della tipologia. Nel corso dell’ultimo decennio Elisabetta ha gradualmente riconvertito i suoi vigneti all’agricoltura biodinamica.

Il Granato 2007, figlio di un’annata sulla carta minore, dimostra con grande autorevolezza come le valutazioni pregiudiziali siano pericolose, anche e soprattutto in campo enologico. Nota bene: si tratta di un rosso a sviluppo lento, concedetegli quindi una buona aerazione per apprezzarne appieno le virtù.

GRANATO 2007 – 18/20

intenso, lento ad aprirsi al naso, offre note di grafite, inchiostro, mora matura; la bocca è succosa, ricca di frutto e di note ferrose, minerali; nel finale, appena vegetale, il rovere si fa sentire ma la materia è ottima e l’allungo di grande precisione

TEROLDEGO ROTALIANO 2007 – 16/20

torna alla rassegna <
torna alla rassegna < copertina per web.jpg
ita | eng