Rassegna Stampa

6 Gennaio 2016

I Vini d'Italia 2016, Le Guide de L'Espresso

Fiera sostenitrice, fin da tempi non sospetti, di un’agricoltura sana e integrata, Elisabetta Foradori è da tempo uno dei nomi più importanti e una delle interpreti più sensibili del teroldego del Campo Rotaliano. Se, nel recente passato, il suo Granato ha aperto a questo rosso le porte della notorietà, i cru oggi vinificati in anfore di argilla – Sgarzon e Morei - rappresentano non solo il vertice del territorio, ma anche due tra i rossi tra i più carismatici della penisola.

SGARZON 2013
– 18.5/20 – 5 bicchieri – 10.000 bt € 26/31
Di notevole temperamento, esprime un intenso tratto sanguigno, con sentori di sottobosco e un vivido frutto selvatico; al palato si muove con grande energia e tonicità, con allungo di notevole forza motrice e sorprendente persistenza gustativa. 

MOREI 2013 – 17/20 – 5 bicchieri – 10.000 bt € 26/31
Frutti di bosco (lampone, mora), spezie naturali ed evidenti note ematiche per un gusto ricco di succo, estremamente reattivo, con incessante progressione salina e insieme fruttata. 

GRANATO 2011 – 17,5/20 – 4 bicchieri – 20.000 bt € 39/45
Sentori selvatici di sottobosco e garriga, frutto ampio e maturo, tannini di bella sottigliezza a inventare un’articolazione di grande carattere e notevole lunghezza finale. 

FORADORI TEROLDEGO ROTALIANO 2013– 17 /20 – 4 bicchieri - 90.000 bt € 17/19
Erbe di montagna e piccoli frutti rossi; centro bocca maturo e polposo quanto selvatico e sanguigno, di bella vigoria acida e buon allungo saporito. 

FONTANASANTA MANZONI BIANCO 2013 – 16,5/20 – 4 bicchieri -20.000 bt € 17/19
Toni macerativi tra foglia di thè e albicocca, palato polposo ben delineato, assai controllato nell’apporto tannico. 

FONTANASANTA NOSIOLA 2013 – 16,5/20 – 4 bicchieri - 8.000 bt € 26/31
Di stile macerativo misurato, non ostentato, offre un sapore maturo, molto lineare, con finale delicatamente tannico.

 

 

 

torna alla rassegna <
torna alla rassegna < interno espreso.jpg
ita | eng