Rassegna Stampa

12 Ottobre 2012

Internazionale, n. 970, 12 ottobre 2012

Cultura, Cinema, Italieni

I film italiani visti da un corrispondente straniero. Questa settimana Paul Bompard, corrispondente di Times Hicher Education e collaboratore del Times

Senza trucco di Giulia Graglia.

Italia 2011,77’

Più che un documentario è un’opera molto personale in cui conosciamo quattro donne produttrici di vino biologico in quattro luoghi diversi: la Sicilia, il Trentino, la Toscana e il Piemonte. Si va a “fare visita” a ognuna di queste persone, a varie riprese durante il ciclo di produzione dei vino. Tra il dicembre del 2009, quando si preparano le vigne, alla vendemmia del settembre 201o. Emergono così le diverse personalità di queste signore, accomunate salo da una grande passione per il proprio lavoro e da una grande forza morale e fisica. Non si tratta di un filmato promozionale, patinato, in cui tutto è bello, e idilliaco. Vediamo la fatica, sentiamo l’odore del sudore, immaginiamo i calli sulle mani. Ma poi avvertiamo anche la grande soddisfazione, la gioia di aver prodotto un vino al meglio delle proprie possibilità. Giulia Graglia ci fa vedere le sue quattro signore che passeggiano tra le vigne e spiegano le particolarità di un certo vitigno o di una particolare tecnica. Ma le mostra anche con le mani sporche di grasso che armeggiano con le macchine agricole. In cima a una scala mentre svuotano enormi contenitori di acciaio. E quando caricano e scaricano un numero infinito di cassette d’uva. Un documentario dolce, ottimista, mai melenso. 

senza trucco.pdfScarica il file
torna alla rassegna <
torna alla rassegna < 1352156311senza trucco.jpg
ita | eng