Rassegna Stampa

23 Dicembre 2013

Vignaioli e Vini d’Italia 2013

Luciano Ferraro e Luca Gardini

Guida a 200 produttori d’eccellenza

Corriere della Sera

 

Elisabetta Foradori

Foradori

Elisabetta Foradori è la donna delle anfore e del Teroldego. Anfore di terracotta fatte arrivare dalla Spagna, usate anche per la Nosiola, il padre se n’è andato nel 1964 e le ha lasciato una eredità d’amore e di bottiglie. E lei racconta questo intreccio anche sul grande schermo, nel film Senza trucco. “Ho pianto stappando una bottiglia del 1971, il vino era ancora presente, puro, vivo”. Arrotola i tralci con il fogliame per non tagliarli (“Sarebbe come tagliare le mani a un corpo”), gira con la falce nei boschi per raccogliere ortiche da trasformare in tisane e irrorare la vigna d’estate, “per dare energia e resistenza contro la siccità”. La mattina presto, un rituale. E dei suoi vini parla come di “tanti figli di un mondo straordinario”.

L’Etichetta
IGT Granato Teroldego
Da anni considerato a ragione un esempio di quali vette stilistiche, e di piacere, possa raggiungere il vitigno teroldego nella Piana Rotaliana in Trentino, il Granato ha ormai raggiunto un equilibrio e una maturità di grande statura, un cambio di passo che indubbiamente si lega anche al passaggio all’agricoltura biodinamica. Le note di bella eleganza dei piccoli frutti rossi, la perfetta gestione del rovere, un palato di grande integrità, spessore, purezza e persistenza. Una vera perla trentina.

Altri vini consigliati
IGT Foradori Teroldego
IGT Teroldego Morei
IGT Fontanasanta Nosiola

 

immagine.pdfScarica il file
torna alla rassegna <
torna alla rassegna < copertina_4.jpg
ita | eng