Rassegna Stampa

3 Aprile 2006

Vini d’Italia 2006 Gambero Rosso ”“ Slow Food Editore

FORADORI

Un solo vino, unico, imitato nello stile, nella grinta, nell’eleganza che lo rende uno dei più importanti rossi d’Italia. Elisabetta Foradori non ha mai nascosto le sue intenzioni: fare vini esclusivi, d’altissimo livello, in grado di competere in ogni confronto degustativi. Partendo, e insistendo, col medesimo vitigno, il teroldego. Risultato: un tripudio di consensi, per niente scontati, frutto di una caparbietà che rasenta la testardaggine. Il Granato ’03 è ancora più importante del solito, ancora più ricco al naso, con note di marasca e ribes rosso, vagamente balsamico, seppur fresco, integro, senza cedimenti aromatici, ma di grande evoluzione, come solo i fuoriclasse riescono a fare. Sul palato entra attaccando dolcemente le papille gustative e rilancia una progressione da maratoneta, tanto potente, preciso ma con grinta, in grado di sbaragliare ogni indecisione. Un vino che nasce dalla costanza e competenza di questa vignaiola, coadiuvata da mamma Gabriella per una gestione tutta al femminile di questa rinomata azienda rotaliana. La Foradori – intesa come cantina – non produce però solo Granato. Imbottiglia nelle annate migliori anche un paio di altri vini importanti, nonché una versione tradizionale del teroldego e un vino bianco, il Myrto, da un uvaggio di uve aromatiche. Tutti vini purtroppo che Elisabetta Foradori non aveva ancora imbottigliato al momento delle nostre degustazioni ma che probabilmente verranno messi in vendita nella primavera 2006. accontentiamoci dunque, e per ora godiamoci solo il Granato.

torna alla rassegna <
torna alla rassegna < web - pagina .gif
1319744103web - copertina.jpg
ita | eng