Rassegna Stampa

1 Gennaio 2012

Vini d’Italia 2012 - Gambero Rosso

Ha carisma e autorevolezza e un fascino tutto femminile che ne fanno una vera signora del vino.Elisabetta Foradorinon s’è mai accontentata dei risultati ottenuti rispettando semplicemente la vocazione del vitigno principe della sua azienda, il Teroldego. Ha voluto sfidare consuetudini agronomiche omologanti. E ha scelto la biodinamica come filosofia. La sua azienda è stata completamente convertita a ritmi rispettosi della natura; e in cantina le anfore hanno sostituito gran parte dell’acciaio. Per iniziare una nuova – si potrebbe definire dolomitica – storia enoica.

Le sfide non pagano subito. O non come t’aspetti. Così – quest’anno – gli splendidi vini di questa vignaiola non li troverete tra i premiati. Ma sono decisamente buoni, personali. Insoliti. In tutto. Specialmente il Granato, sempre assoluto nell’impatto gustativo, vino per certi versi ancestrale, che esprime sentori sopiti, legati alla storia stessa della cultura del vino. Timbro caucasico, stile Foradori. L’impronta di Elisabetta anche nella nuovissima Nosiola, vinificata in piccole anfore, salata, color dell’uva sumatura, acidità contrastata seppur piacevole, indomita. Per finire il Teroldego Rotaliano Foradori, innovativa reinterpretazione di un classico.

Granato 2008 2 bicchieri

Nosiola Fontanasanta 2009 2 bicchieri

Teroldego Rotaliano Foradori 2008 2 bicchieri

torna alla rassegna <
torna alla rassegna < 1321911889copertina web small.jpg
ita | eng