Rassegna Stampa

6 Gennaio 2016

Vinibuoni d'Italia 2016, Touring Editore

L’Italia degli autoctoni: i vini e le cantine migliori in tutte le regioni. In più: gli Spumanti Metodo Classico e l’Istria.

Il nome di Foradori è inscindibile da quello di Elisabetta, donna del vino trentino che della biodinamica ha fatto una filosofia di vita. Oltre alla storico Granato dal naso intenso e bocca piena e sapida con finale chinato, ci sono piaciuti i Teroldego in anfora Morei e Sgarzon: la sincerità del primo gli è valsa la Golden Star. Lento ad aprirsi, esprime accenti vegetali e floreali, sui cui spicca il lampone, e la bocca tannica lineare. Il secondo, più voluminoso, ha note di frutti dolci e chiusura chinata. Il Teroldego base è delicato e armonico con note calde e tanniche. Tra i bianchi ci è piaciuto l’Incrocio Manzoni, minerale, sapido, strutturato ed espressivo, con note macerate e vegetali.

Golden Star - Vigneti delle Dolomiti IGT Rosso Morei 2013 ****

Vigneti delle Dolomiti IGT Rosso Sgarzon 2013 ***

Vigneti delle Dolomiti IGT Rosso Granato 2011 ***

Vigneti delle Dolomiti IGT Rosso Foradori 2013 ***

Vigneti delle Dolomiti IGT Bianco
Manzoni Bianco Fontanasanta 2013 ***

1448142511testo.pdfScarica il file
torna alla rassegna <
torna alla rassegna < 1448143735copertina.jpg
ita | eng