Rassegna Stampa

21 Agosto 2009

il venerdì di Repubblica ”“ La bottiglia

il venerdì di Repubblica – n. 1118 – 21 agosto 2009


Il piacere di andare in bianco con la regina del rosso trentino


Incrocio di uve Manzoni e Sauvignon per questo Myrto 2007 prodotto dalla donna che ha rilanciato il Teroldego

Si dice teroldego e si pensa a Elisabetta Foradori. Impossibile ignorare quanto ha fatto per il rosso più importante del trentino: in breve, lo ha portato nella ristretta rosa dei grandi vini-vitigni a livello internazionale. Con un piglio inaspettato (da maschi) ha preso in mano l’azienda di famiglia (ora in regime biodinamico) e ne ha fatto un laboratorio modello, il suo Granato è il prototipo extralusso (finezza, longevità). Ma si corre il rischio di fare ombra alle altre etichette. Questo Myrto, ad esempio. E’ un bianco da uve Incrocio Manzoni e, minoritarie, Sauvignon. Ne fonde e armonizza le qualità. La vinificazione (fermentazione e soggiorno sui lieviti in grandi botti) contribuisce a fissare profondità e complessità. Nonché durata: recente assaggio del 2001 di sorprendente bontà. Dunque, attendere qualche anno dalla vendemmia per apprezzarne il quadro aromatico (fiori di bosco, frutti suggestivi, agrumi, pietra focaia) e gusto strutturato, di lungo racconto. A Milano da Cotti e Faravelli, a Roma da Ciarla e Trimani sui 16-17 euro.

il venerdi di repubblica.bmpScarica il file
torna alla rassegna <
torna alla rassegna < web - copertina.bmp
ita | eng